72

Franco Carlisi: Altari di sassi

Franco Carlisi: Altari di sassi

Autore: Franco Carlisi
Pagine: 64 in bicromia
Formato: 170×240 mm.
Confezione: Rilegatura cartonata

€ 20,00

Luce crespuscolare in una terra solare e mediterranea: la scelta linguistica di Carlisi rivela una rigorosa funzionalità ad un’evocazione quasi medianica di paesaggi e volti trascorsi, immersi in un’atmosfera allucinatoria, onirica, stralunata. La fotografia di Franco Carlisi suggerisce il silenzio dentro l’immagine ma anche fuori, nello sguardo di chi, osservandola, ripetelo sguardo al tempo stesso trasognato e lucidissimo dell’autore. Qui il ritorno del passato, questa inquietante e spesso banalizzata assenza della fotografia, recupera una tensione fra lirismo e testimonianza storica, regressione memoriale e denuncia, che fa pensare al Vittorini di Conversazioni di Sicilia; ad una forma, cioè, fra le più rare e suggestive della sicilianità colta.

“Ho vissuto la mia infanzia in una stradina polverosa di un piccolo paese a costruire altari di sassi. I sassi avevano forme sempliciche, complicate dalla mente e dal cuore, raccontavano storie straordinarie, segrete, in un intimo dialogo con l’anima. Aggiungendo e sottraendo realtà all’immaginario, le mani davano forma ad un desiderio latente che conteneva un futuro. […] Ora che il sentimento dell’assenza esiste sono tornato a cercare i miei sassi e infiniti rettangoli si sono impressi nel fondo dei miei occhi: sguardi sospesi sui silenzi dell’esistenza, sogni sognati anche da altri. Fantasmi di una civiltà interiore di un’improbabile intimità condivisa e non ho compreso la ragione di nuove emozioni. Poi, semplicemente, li ho riconosciuti.”
Franco Carlisi